Ecco perché dobbiamo congelare sempre i limoni…. Non ne avevo idea! (VIDEO)

Molti di noi appena compriamo dei limoni, o li mettiamo nel frigo oppure in una scatola sul balcone.
Ma lo sapevi che ce un metodo migliore per poter conservare più a lungo I limoni e che di sicuro fa bene anche alla nostra salute?
Ebbene si, I limoni si possono congelare per poi poterli consumare più avanti.
Qual’è il maggior vantaggio oltre a quello di evitare sprechi? Come accade nella maggior parte dei vegetali, la buccia contiene più vitamine della polpa, in questo caso la buccia di limone contiene dalle 5 alle 10 volte in più di vitamine rispetto al succo.*
I limoni sono una grande fonte di vitamina c, così come le vitamine b6, a ed e, più folato, calcio, rame, ferro, zinco, magnesio, potassio, proteine, riboflavina, niacina, tiamina, e fosforo.

I piccoli frutti gialli contengono anche flavonoidi e limonoidi, due potenti antiossidanti di proprietà naturali per il combattimento e la prevenzione del cancro. Il limone aiuta anche a prevenire il diabete, controllare la pressione sanguigna, alleviare l’indigestione e la costipazione, alleviare la febbre, e ridurre il peso.
L’acido citrico aiuta a combattere I germi e I batteri e un sacco di persone li usano per pulire e illuminare la pelle e le unghie.
Alla luce di ciò e al fine di ottenere tutti I benefici per la salute da un limone, funziona meglio se viene congelto prima di utilizzarlo. Ecco come;
Prima lavare e pulire un limone e deve essere completamente asciutto prima di sigillarlo in un sacchetto da freezer richiudibile. Poi metterlo in freezer fino a quando non si solidifica. La semplice ragione per cui si dovrebbe congelare il limoni è che quando un limone è duro e solido è molto più facile grattugiarlo. La maggior parte delle persone usano solo il succo e la polpa quando vanno a mangiare o cucinare con un limone invece così facendosi finisce per utilizzare tutta la frutta e ottenendo il massimo dei benefici per la salute da.

loading...

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *