MUSULMANO DEVOTO ENTRA IN UN TAXI A NAPOLI

Un musulmano devoto entra in un taxi di Napoli.
Chiede seccamente al tassista di spegnere la radio perché, come decretato dal suo insegnamento religioso, non deve ascoltare la musica, perché al tempo del profeta non c’era la musica, soprattutto musica occidentale che è la musica degli infedeli.*
Il tassista educatamente spegne la radio, si ferma ed apre la porta del passeggero.
L’arabo gli chiede: “Cosa sta facendo?”
…..e il tassista :
“Ai Tempi del profeta nun c’è stavano è tassì, perciò vaffanculo, scinn e aspiett nu cammello!

loading...

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *