Questa lezione la meriterebbe ogni politico italiano

Renzi scivola e muore. Arrivato davanti le porte del paradiso trova San Pietro ad aspettarlo:
“Benvenuto in paradiso Onorevole, prima di farla accomodare devo anticiparle che abbiamo un piccolo problema da risolvere. E’ raro che un politico di alto rango arrivi qui, non sappiamo cosa fare con lei. Così abbiamo deciso di farle trascorrere un giorno in paradiso ed uno all’inferno, così che lei possa scegliere dove passare l’eternità.”.
Così san pietro lo accompagna all’ascensore per scendere negli inferi. Quando si apre la porta Renzi si trova davanti adun verdissimo campo da golf, in lontananza vede una lussuosa club house e davanti tutti i suoi amici politici che avevano lavorato con lui. Alcuni gli corrono incontro per abbracciarlo e per ricordare i vecchi tempi in cui tutti insieme si arricchivano alle spalle degli italiani.

Decidono di fare una partita a golf e poi cenano tutti insieme alla club house con caviale e aragosta. Alla cena partecipa pure Satana, che si dimostra una persona molto simpatica, cordiale, e divertente. Renzi si diverte così tanto che non si accorge di quanto tempo sia passato e che già era arrivata l’ora di tornare. Tutti i suoi amici si avvicinano a lui per salutarlo calorosamente e lo lasciano profondamente commosso.

Così va in ascensore e risale in paradiso, dove San Pietro lo aspett. Renzi passa le successive 24 ore saltellando di nube in nube, suonando l’arpa, pregando e cantando. Il giorno è lungo e noioso ma alla fine finisce. Alla fine del giorno San Pietro gli chiede: “Hai trascorso un giorno all’inferno e uno in paradiso, ora può scegliere dove trascorrere l’eternità!”

Renzi riflette un momento, si gratta la testa e dice: “Beh, in paradiso è stato tutto molto bello, ma penso di essermi trovato meglio all’inferno!”.

loading...

Allora San Pietro scrolla le spalle e lo accompagna all’ascensore. Scende e giunge all’inferno, dove trova solamente terra deserta e piena di immondizia. Tutti i suoi amici sono in tuta da lavoro e raccolgono il pattume depositandolo in sacchi neri di plastica.

Il diavolo gli si avvicina e gli mette un braccio attorno al collo in segno di benvenuto. Renzi così balbetta “Non capisco, ieri qui c’era un campo da golf, un club, tutti eravamo felice e mangiavamo aragoste e caviale. Ci siamo divertiti un sacco. Ora la terra è solo deserta e piena di spazzatura, ed i miei amici sembrano dei miserabili”.

Il diavolo lo guarda sorridendo e dice:
“Amico mio, ieri eravamo in campagna elettorale. Oggi, hai già votato per noi!”

Se questa storiella ti è piaciuta CONDIVIDILA con i tuoi amici e falla leggere anche a loro.

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *