Una piccola anziana signora entra nella sede della Unicredit…Stupenda

Una piccola anziana signora entra nella sede della Unicredit, con una borsa stracolma di soldi, insistendo di voler incontrare il presidente della banca per aprire un conto.

L’impiegata obietta: “Non può entrare qui e pretendere tutte queste attenzioni. Il presidente è un uomo molto impegnato!”

“Ma io devo depositare tantissimi soldi”, ribatte al donna.*

L’impiegata guarda dentro la borsa e decide di andare verso gli uffici. Poco dopo torna indietro dicendo: “Lei è fortunata, il presidente può riceverla!” e la accompagna nell’ufficio. Appena entrata si ritrova davanti un uomo elegante seduto su un trono di quercia. Il presidente i alza e chiede all’anziana: “Come posso essere utile?”

La donna: “Vorrei aprire un conto”, e posa la borsa piena di soldi sulla sua scrivania.

“Quanto vorrebbe depositare?”, chiede incuriosito il presidente.

“180.000 €”, risponde la donna, tirando fuori i soldi dalla borsa.

Il presidente sorpreso nel vedere tanti soldi, le chiede: “Signora, sono molto sorpreso di vedere una donna della sua età girare con tanti soldi. Dove li ha presi?”

L’anziana signora risponde: “Da alcune scomesse”. Il presidente, sorpreso, replica: “Che tipo di scommesse?”. L’anziana signora replica dicendo: “Beh, scommetto 25.000 € che le sue palle sono quadrate”.

“Come?!”, grida l’uomo, trattenendo le risate. “Vuole che io scommetta 25.000 € sui miei testicoli?”.

“Si, ha proprio capito bene! Scommetto che entro le 10 di domani mattina i suoi testicoli diventeranno quadrati”.

“Accetto la scommessa!”, risponde l’uomo credendo di avere la vittoria in pugno.

“Dato che si tratta di una grande somma di denaro, potrei portare il mio avvocato come testimone?”

“Certo!”, replica il presidente.

loading...

Quella notte il presidente è molto nervoso, e contolla e ricontrolla i suoi testicoli diverse volte, fin quando non è sicuro che non possano in alcuno modo essere quadrati.

Il mattino seguente, alle 10 in punto, la signora va all’ufficio del presidente insieme al suo avvocato. Presenta l’avvocato al presidente e ribadisce i termini dell’accordo: “25.000 € se i suoi testicoli siano quadrati”. Il presidente accetta nuovamente la scommessa, e la donna chiede di poter controllare con mano se siano tondi o quadrati. Subito dopo l’avvocato iniza a sbattersi la testa al muro.

Mentre la donna tocca i testicoli del presidente si rende conto che l’avvocato sbatte la testa contro il muro.

Così il presidente chiede all’anziana: “Cosa ha il suo avvocato?”. La donna allora risponde: “Niente, ho solamente scommesso 100.000 € che oggi entro le 10 in punto avrei avuto in mano le palle del presidente della Unicredit.”

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *