Hayden non ce l’ha fatta: il pilota è morto dopo 5 giorni di coma

Lo statunitense americano, rimasto coinvolto mercoledì scorso in un incidente mentre si allenava in bicicletta sulle strade di Misano, è deceduto al’ospedale di Cesena: aveva riportato un grave trauma cranico

CESENA – Nicky Hayden ha perso la sua lotta per la vita, da subito apparsa dura, difficilissima, disperata. Il pilota statunitense di Superbike, 36 anni, è morto questo pomeriggio all’Ospedale Bufalini di Cesena, dov’era arrivato in condizioni disperate mercoledì scorso, con l’eliosoccorso da Rimini. L’Ausl romagnola ha ufficializzato la notizia poco dopo le 17.
Hayden era stato investito da un’auto mentre si allenava in bicicletta a Misano Adriatico, all’incrocio fra via Ca’ Raffaelli, dove pedalava da solo, e via Tavoleto, dove marciava una Peugeot 206. Per l’incidente è indagato un uomo di trent’anni. Secondo la dinamica, avvalorata da un video delle telecamere di sorveglianza di un’abitazione privata, ora in possesso dei pm, il pilota del Kentucky non si sarebbe fermato allo stop, venendo così travolto. La bici, tagliata in due, è stata sbalzata a metri di distanza nell’erba, il parabrezza dell’auto è andato in frantumi.

Rimini, Hayden travolto da un’auto: i rilievi della polizia sul luogo dell’incidente

Hayden aveva riportato un grave politrauma (torso, gambe e testa) con un conseguente gravissimo danno cerebrale. Non ha mai ripreso conoscenza. Ricoverato in Rianimazione con prognosi riservata, non ha fatto registrare miglioramenti. Al suo capezzale c’era la fidanzata Jackie, già in Italia con lui. Dagli Stati Uniti sono arrivati il fratello Tommy e la mamma Rose, mentre il padre è rimasto in Kentucky per problemi cardiaci che gli impedivano di affrontare il volo. Vicino al pilota, campione del mondo MotoGp nel 2006, anche lo staff della Red Bull Honda World Superbike, team per cui corre e per il quale aveva partecipato, il 14 maggio, al gran premio di Imola.

loading...

Hayden, Calandri: ”Un bravo ragazzo nato per correre, anche la mamma era pilota”

Era spesso in Romagna, ospite dell’amico Denis Pazzaglini, suo ex meccanico, ancora in MotoGp con lo spagnolo Dani Pedrosa. Una foto dei due in bici, con casco e tenuta da ciclista, era stata scattata poche ore prima dell’incidente e postata su Instagram: Nicky e Denis apparivano sorridenti.

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *