Proposta Pd: “Niente revisione a chi non paga il bollo auto”

Tra le novità nella manovra correttiva al vaglio del Parlamento, c’è quella che riguarda il bollo auto: dal prossimo anno, agli uffici del dipartimento dei Trasporti e le autofficine autorizzate a fare la revisione spetterà il controllo del pagamento della tassa di proprietà e di quella tassa di circolazione del proprio mezzo, oltre il fatto che il mezzo non sia sottoposto a fermo amministrativo. L’emendamento vede come primo firmatario Francesco Ribaudo del Pd e prevede anche l’impossibilità di procedere alla revisione del veicolo se i bolli non vengono pagati regolarmente.*

L’iniziativa dell’esponente della maggioranza di governo viene considerata “velleitaria” da Maurizio Caprino, che sul suo blog sul sito del ‘Sole 24 Ore’ contesta: “Ci sono casi in cui nemmeno le Regioni (destinatarie del gettito della tassa e responsabili della sua riscossione e gestione) lo sanno, figurarsi se può saperlo un centro revisioni. Il problema è sempre quello degli archivi tenuti gelosamente spezzettati da troppi protagonisti della burocrazia dell’auto, per conservare potere (o semplicemente per sopravvivere). Era così lo scorso autunno, all’epoca del primo tentativo di Ribaudo (nell’ambito della Legge di bilancio 2017). E resta così ancora adesso”.

loading...

Per Caprino, “l’unica speranza è che entro fine anno le Regioni trovino un accordo tra loro e col ministero dell’Economia per riformare il bollo auto e la sua gestione”. Intanto, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, annuncia che in caso di vittoria del referendum sull’autonomia il bollo auto potrebbe essere tra le tasse che verranno cancellate e sottolinea: “Credo che nessun lombardo possa votare No un referendum che dice: vuoi che una parte rilevante dei 53 miliardi di tasse lombarde rimangano qui, per aiutare chi ha bisogno, per realizzare gli ospedali, per abolire il bollo auto? Quale cittadino lombardo può dire di no?”

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *