Strage treni: l’eroico gesto della nonna che salva il nipotino


Altra storia drammatica che arriva dalla strage dei treni di ieri in Puglia. L’istinto di donna anziana ha fatto capire ad una nonna che qualcosa di grave stava per succedere e quando l’ha capito ha stretto a sé il nipotino per cercare di proteggerlo da quell’inferno di lamiere che di lì a poco gli avrebbe avvolti. Ha provato a fargli da scudo col suo corpo per proteggerlo e ci è riuscita, sacrificando la sua vita per donarla al piccolo. I due stavano andando a Barletta, prima tappa del loro viaggio di ritorno verso Milano. Un gesto che ha permesso al bambino di salvarsi, anche se purtroppo la donna non è riuscita a sopravvivere.*

Un ultimo abbraccio che però è risultato essere decisivo. La nonna si chiamava Donata e il suo nipotino di soli sei anni, Samuele. Il bimbo è quello che è stato estratto dalle lamiere per primo dai vigili del fuoco. E per fortuna vivo. Tra l’altro, per non mostrargli l’orrore che c’era intorno a lui gli hanno fatto vedere i cartoni animati su un cellulare. Aveva un oggetto pesante sul petto che gli rendeva difficile la respirazione, ma alla fine il suo salvataggio è andato a buon fine. “Stavo dormendo sulla nonna, e poi c’è stato quello scoppio fortissimo”, è riuscito a dire il bambino agli zii. Ora si trova in ospedale, ma le sue condizioni non sarebbero gravissime. Sua nonna Donata, come detto, non ce l’ha fatta. Ma il suo gesto ha salvato la vita al piccolo nipotino. Una delle tante storie che arrivano dalla strage dei treni.

loading...

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *