Come riconoscere se il miele è artificiale, utilizzando questo semplice trucco

Il miele è un alimento incredibilmente versatile ed estremamente utile grazie alle sue numerose proprietà benefiche per la salute dell’uomo.

E’ un ottimo dolcificante naturale, ma è utilizzato soprattutto come rimedio naturale.

E’ un prodotto naturale composto da sodio, ferro, calcio e magnesio, vitamine del gruppo A, C e B, con proprietà nutrizionali e medicinali note fin dai tempi antichi.*

Nei nostri precedenti articoli abbiamo spiegato le proprietà del miele come antibiotico naturale, come alleviare tosse, mal di gola e bronchite con il miele e come abbassare il colesterolo e rinforzare il sistema immunitario con miele e cannella.

Non fare l’errore di acquistare al supermercato il miele più economico solo per risparmiare qualche euro. Il proverbio che dice: “Compri per quello che paghi” in questo caso viene smentito; potresti rimanere sorpreso nel constatare che, in alcuni casi, non stai comprando miele puro. In molti casi infatti è solo pubblicità ingannevole!

Per abbassare il prezzo, la composizione chimica del miele è spesso soggetta a numerose modifiche.

Uno studio di ricerca condotto e pubblicato da Food Safety News ha fornito dei dati abbastanza allarmanti che riguardano il miele. Hanno scoperto che almeno il 76% di tutti i tipi di miele in vendita nei supermercati sono stati sottoposti ad un processo chiamato ultrafiltrazione.

Questo processo di filtrazione rimuove le impurità, come ad esempio le tracce di cera, ma anche il polline puro.

I produttori affermano che questo processo è necessario per “evitare la cristallizzazione e prolungare la data di scadenza del prodotto”. Ma è proprio il polline ad essere estremamente importante e vantaggioso per la salute del nostro corpo.

I ricercatori avvertono che questo miele dovrebbe essere evitato, perché c’è l’impossibilità di determinare l’origine geografica del miele e la sua qualità, come nei casi di contaminazione del polline.

Il miele cinese è un esempio. Spesso viene contaminato con antibiotici illegali e alcuni metalli; inoltre viene neutralizzato da tutti i suoi vantaggi e venduto come tale, e la sua origine è sconosciuta.

Inoltre, ci sono anche tipi di miele che sono stati combinati con glucosio, nonché altri che sono ricchi di idromele di scarsa qualità. Il miele adulterato è il miele che non è nella sua forma più pura possibile.

loading...

Come riconoscere un miele artificiale:

  • Se il miele non “cristallizza” (cioè diventa duro, pastoso o granuloso) nel corso del tempo, c’è una buona probabilità che possa essere artificiale, dal momento che quello puro si cristallizza durante la sua conservazione in frigorifero.
  • Leggere sempre le etichette: leggi l’etichetta posta sul barattolo di miele che stai per acquistare, se contiene glucosio commerciale o sciroppo di fruttosio, non comprarlo!
  • Aggiungi un paio di gocce di iodio in un bicchiere d’acqua e aggiungi successivamente un po’ di miele. Se il miele diventa di colore blu, significa che è stato combinato con amido di mais.
  • Aggiungi un paio di gocce di aceto in una miscela di acqua e miele. Se compare una schiuma, il tuo miele è stato adulterato con intonaco.
  • Accendi un fiammifero e brucia un po’ di miele. Se vedi che il miele prende fuoco e brucia, si tratta di miele puro. Il miele impuro o di scarsa qualità contiene acqua, il che impedisce che prenda fuoco.
  • Metti un cucchiaio di miele in un bicchiere di acqua. Nel caso in cui il miele non si scioglie, è puro. Il miele adulterato o di scarsa qualità si scioglie subito in acqua.

FONTE: Evoluzione Collettiva

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *