DINOSAURI IN PARLAMENTO – Ecco I RECORDMAN Della POLTRONA

Per questi dinosauri non è valido il licenziamento per scarso rendimento? Oramai son lì solo a scaldar poltrone e a rubar soldi considerando la loro scarsissima produttività. E’ una vita che nel silenzio più assoluto continuano a mungerci senza alcuna vergogna.

L’Impero UE esce rafforzato,quindi i discepoli possono buttarci le bricioli dei loro lauti Stipendi/Pensioni/Privilegi e aumentare i finanziamenti all’Ucraina.Il Messia Berlusconi e tutta la finta destra dovrebbero essere orgogliosi del loro operato,perché senza di loro non sarebbe mai rinata la Balena Bianca,completato le costruzioni delle basi Americane nella Colonia Italia e realizzata la Globalizzazione.Perciò non possono fare le vittime.Hanno avuto pieno potere e lo ha usato per far cadere Putin nelle trappole dei padroni del mondo,inscenando poi gli spettacoli delle Madonne Escort per coprire il fallimento della missione con mamma Fiat in Russia e quelli della Crocifissione con Risurrezione per fare il Governo Monti e la 3’za Repubblica.*

E’ intervenuto il Dio della Pace per fare Grande il simbolo dei politici Italiani e della miglior Imprenditoria Italo-Americana Globalizzata.Dobbiamo sperare che questo sia il teatrino conclusivo della Globalizzazione che conferma:la DC ha sempre mantenuto lo scettro del potere,è tutto pianificato dai Grandi Maestri Burattinai.

loading...

IL RECORDMAN DELLA POLTRONA – Il principale insediamento dei dinosauri è Palazzo Madama: la top ten vede in prima linea volti noti. In base ai dati dell’associazione Openpolis, Francesco Colucci è il parlamentare più navigato, il primo della classifica dei “dinosauri”. Il senatore pugliese di Area popolare (Ncd più Udc), classe 1932, è entrato per la prima volta a Montecitorio nel 1972 – fu eletto deputato nelle liste del Psi – collezionando 35 anni e 6 mesi in Parlamento. Nel frattempo ha ricoperto l’incarico di sottosegretario alle Finanze (1980-1982) e alle Poste (1982-1983). La sua esperienza a Montecitorio è proseguita, ininterrottamente, fino al 1994. Con l’inizio della Seconda Repubblica si è fermato due legislature ma nel 2001 è tornato nella sua casa naturale: la Camera dei deputati, grazie a Forza Italia, diventando questore fino al 2013. Dopo tanti anni, però, Colucci ha pensato bene di cambiare Aula: nella legislatura in corso è stato eletto senatore di Forza Italia prima di passare al Nuovo Centrodestra. Quando incasserà l’assegno per il reinserimento nella vita lavorativa (la prima buonuscita è stata però già incassata nel ’94), potrà godersi anche il ricco vitalizio, con tanti saluti alla sua ex attività di dirigente.

via ItalianoSveglia

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *