E’ DOLOROSO E SI FORMA TRA LE DITA DEI PIEDI, ECCO COME RIMUOVERLO

L’occhio di pernice è un accumulo di pelle che si forma di solito tra le dita del piede oppure sopra o sotto la pianta e che diventa doloroso a causa delle sfregamento tra le dita quando indossiamo le calzature: il più fastidioso è quello che si forma tra quarto e quinto dito. Le cause sono proprio da ricercare nelle abitudini scorrette che riguardano i piedi: come indossare scarpe troppo strette. Scopriamo allora come si forma e quali sono i rimedi per rimuovere l’occhio di pernice in modo efficace.*

Occhio di pernice: causa principale e sintomi
L’occhio di pernice è causato principalmente dalla pressione della scarpa che favorisce la formazione di un’ispessimento di pelle che provoca dolore, in quanto è soggetto all’attrito tra le dita. Le scarpe con la punta stretta e il tacco sono spesso la causa scatenante dell’occhio di pernice: il tallone più in alto rispetto alle dita le fa scivolare in avanti, in questo modo si crea un ambiente che favorisce la formazione di questa fastidiosa escrescenza cutanea. Il sintomo più comune è il dolore, inoltre la zona può infiammarsi presentando un punto centrale che lo fa assomigliare appunto ad un occhio di pernice.

Come rimuovere l’occhio di pernice con i rimedi più efficaci

Per rimuovere l’occhio di pernice è fondamentale ammorbidire prima la zona interessata per poi provare a rimuovere l’ispessimento utilizzando rimedi naturali senza dolore e in modo semplice. Una volta eliminato l’ispessimento è importante indossare scarpe comode per evitare che il problema si ripresenti.

Pediluvio con acqua e sale e olio di lino per calmare il dolore
Un pediluvio con acqua e sale è un rimedio della nonna molto utile per trovare sollievo dal dolore: utilizzate acqua calda e aggiungete del sale integrale, lasciate i piedi in acqua per almeno 30 minuti così da far ammorbidire bene l’occhio di pernice. Una volta asciugati bene i piedi potete realizzare un impacco con olio di semi di lino applicandolo sulla zona interessata e utilizzando una garza sterile. Potete tenerla anche tutta la notte.

Limone, bicarbonato e chiodi di garofano per disinfettare
Il limone è un altro rimedio utile contro l’occhio di pernice anche grazie alla sua azione antibatterica: potete semplicemente strofinare una fetta di limone sulla parte interessata oppure potete creare un impacco coprendolo con una garza e un cerotto e lasciando agire per alcune ore. In alternativa possiamo applicare delle bucce che avremo precedentemente lasciato a macerare nell’aceto per un paio di giorni.

loading...

Un altro rimedio è costituito da bicarbonato e chiodi di garofano: utilizzate una garza imbevuta con acqua e bicarbonato da applicare sulla zona bagnata alla quale aggiungere dei chiodi di garofano. Ripetete gli impacchi ogni giorno per almeno una settimana.

Aglio per ridurre l’infiammazione
L’aglio è invece un ottimo rimedio della nonna per eliminare l’infiammazione causata dall’occhio di pernice: applicatene uno spicchio e tenetelo fermo con una garza o un cerotto per tutta la notte. Ripetete per alcuni giorni.

Gel di aloe vera per rinfrescare
Dopo il pediluvio potete poi utilizzare il gel di aloe vera che ha proprietà rinfrescanti: applicatelo sulla zona anche più volte al giorno fino al completo assorbimento. Dopo l’applicazione potete anche avvolgere il piede con della pellicola trasparente per potenziare l’efficacia del trattamento.

Acqua ossigenata per rimuoverlo senza taglierini
Quando l’occhio di pernice non ci causa più dolore, possiamo provare a rimuoverlo senza però utilizzare taglierini e quindi senza rischiare di farci male. Mettete i piedi a bagno in acqua ossigenata alla quale aggiungere anche del bicarbonato: strofinate sulla zona dove è presente l’ispessimento aiutandovi con le dita o con la pietra pomice. In questo modo riuscirete a rimuoverla in poco tempo.

 

 

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *