Il suo bambino sta sempre male. Ma quando la madre scopre la causa è sconvolta.

Per un’intera settimana il figlioletto di Penny e Simon Powell, una coppia canadese, accusa dei fortissimi mal di pancia. I genitori non riescono a spiegarsi da dove vengano i dolori, quando a un certo punto uno strano odore li mette nella giusta direzione: quello che scoprono è disgustoso.

I due rimangono senza parole quando capiscono cosa sta succedendo: il cattivo odore viene dal biberon! A guardarlo dall’esterno sembra non ci sia alcun problema, ma quando aprono il coperchio non possono credere ai loro occhi.

La parte interna della guarnizione è completamente marcia. I due sono sotto shock: il loro piccolo ha bevuto da quel biberon disgustoso per una settimana! Decidono allora di pubblicare le foto di quanto scoperto su Facebook, per mettere in guardia altri genitori ignari: ecco un altro posto dove possono nascondersi pericolosi batteri!

Ad avere questo problema (ma probabilmente non sono gli unici) sono i biberon prodotti da “Tommee Tippee”. Sono fatti perché non ci sia fuoriuscita di liquidi nel caso si rovescino, ma la membrana posta nel mezzo del tappo accumula piccole quantità di liquidi che, se non vengono svuotati e puliti, possono creare delle muffe. Siccome però non tutti i pezzi che compongono il biberon sono rimuovibili, questi liquidi putridi si accumulano, senza però essere visibili dall’esterno. Quindi anche se i Powell prestavano cura a pulire il biberon regolarmente, l’operazione non era sufficiente.

Mangiare o bere muffe causa tanti problemi di salute, come tosse e infiammazione alla gola. Questi genitori hanno per esempio riferito di diarrea, febbri molto alte e forti dolori allo stomaco, tra gli altri sintomi.

loading...

Per questo motivo è molto importante smontare il biberon in tutte le sue parti. Siccome molti genitori non sono a conoscenza di questi pericoli, è essenziale parlarne. Gli esperti raccomandano di fare particolare attenzione a quanto segue:

  • Assicurarsi di smontare tutti i pezzi di cui sono composti e lavarli separatamente. Se ci sono dei dubbi, chiedere sempre chiarimenti al negoziante.
  • Se questo tipo di biberon viene usato con bambini sotto 1 anno di vita e per dar loro il latte, è sempre bene sterilizzare. Si possono usare appositi sterilizzatori, oppure è sufficiente mettere il tutto in acqua bollente per circa 10 minuti. Esistono, inoltre, speciali pastiglie sterilizzanti che possono essere sciolte in acqua fredda.

  • Per bambini più grandi è sufficiente smontare le bottiglie e lavarle con sapone dei piatti o in lavastoviglie, ma bisogna farlo dopo ogni uso, è importante! Per le bottiglie che hanno la tettarella, è bene sterilizzare quest’ultima regolarmente infatti, anche se la bottiglia viene usata esclusivamente per bere dell’acqua, è possibile che si accumulino batteri o muffe.
  • Sempre più pediatri raccomandano di cambiare i biberon almeno una volta l’anno. Ovviamente tazze e bicchieri sono più igienici.

Seguite questi consigli per essere sicuri che i vostri bambini non siano esposti a certi rischi!

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *