ZUCCARO AL SENATO: L’ITALIA NON PUÒ OSPITARE TUTTI I MIGRANTI” #STOPINVASIONE

“Potere comprendere chi finanzia le Ong potrebbe dare indicazioni molto utili”. Lo ha detto il procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, in audizione davanti alla Commissione Difesa del Senato.

“Sarebbe utile fornire all’autorità giudiziaria strumenti utili all’individuazione delle fonti di finanziamento“, ha spiegato.*

Negli organici delle Ong ci sono profili non proprio collimabili con quelli dei filantropi” denuncia il procuratore, che aggiunge: “Un’indagine in tal senso avrebbe grande rilevanza”.

Le organizzazioni mafiose italiane – continua il pm – appetiscono all’ingente quantità di denaro erogato per l’assistenza ai migranti“.

Non ho chiesto ai servizi di sicurezza di avere dati sulle Ong, perché non potrei utilizzarli processualmente, dispongo di dati forniti da Frontex e dalla Marina militare”, ha chiarito ancora Zuccaro.

“Non mi sento condizionato. Auspico che il Csm ci metta in condizione di operare nel modo migliore”.

“Il nostro focus non sono le Ong – ha continuato il Procuratore – ma il traffico di esseri umani, e il fenomeno indotto di chi specula, sul territorio italiano, per accaparrarsi i finanziamenti.

Sarebbe uno strumento utile alle indagini potere intercettare le comunicazioni dei telefoni satellitari utilizzati dagli scafisti per la richiesta di soccorso.

Potrebbero emergere dati utili per la loro identificazione”.

L’Italia, evidenzia poi Zuccaro, “non è in grado di ospitare tutti i migranti, compresi quelli economici”.

Non vi è alcuna frattura tra uffici. Partecipiamo frequentemente a riunioni e c’è sempre uno scambio di informazioni notevole.

Diverso è che si operi in certe situazioni con strumenti diversi”, ha poi chiarito Zuccaro in Commissione Difesa rispondendo a una domanda su eventuali contrasti tra Procure in materia di indagini sui migranti.

loading...

La questione riguarda soprattutto la procura di Siracusa, dopo l’audizione di ieri del procuratore Francesco Paolo Giordano, sempre in commissione al Senato.

“Il procuratore di Siracusa credo che abbia sottolineato il fatto che ove si tratta di aggredire i trafficanti la procura di Siracusa non ha nessuna competenza perché il reato è di competenza della procura distrettuale, questo taglia la testa al toro su qualsiasi possibile ipotesi di contrasto”, ha spiegato Zuccaro.

La presidente della commissione parlamentare Antimafia Rosy Bindi proporrà domani all’ufficio di presidenza di convocare in audizione, per il 9 maggio, il procuratore di Catania, “anche per un approfondimento sul ruolo della criminalità mafiosa nel traffico di migranti verso il nostro Paese”. A riferirlo è una nota dell’Antimafia.

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *