Un business da 3 miliardi di euro (nostri) Giordano: ecco chi guadagna coi migranti

“Profugopoli”, si intitola il nuovo libro del direttore del Tg4 Mario Giordano. Perchè non ci sono solo i barconi, gli scafisti, le immagini dei morti in mare. Gli sbarchi sono una spesa colossale a carico dello Stato che si traduce in un business da tre miliardi di euro. Che vanno a enti meritevoli e a soggetti meno meritevoli, che approfittano dei profughi per fare affari d’oro. Come la società che organizza corsi per buttafuori e addetti alle pompe funebri ed è controllata dal noto paradiso fiscale dell’isola di Jersey. L’ex consulente campano che con gli immigrati incassa 24.000 euro al giorno e gira in Ferrari. La multinazionale francese dell’energia. E l’Arcipesca di Vibo Valentia.*Di tutto questo s’è parlato questa mattina al Teatro Manzoni di Milano, dove l’autore di “Profugopoli” è stato intervistato davanti a una platea di 700 persone da Licia Ronzulli, in una curiosa inversione di ruoli. A fare le domande era l’ex parlamentare europa di Forza Italia, a rispondere il giornalista. “Il punto” spiega l’azzurra “è che nella situazione del tutto fuori controllo che si è creata, i soldi cadono a pioggia con pochi controlli. E nè da parte della politica nè da parte della magistratura pare esservi la volontà di fermare chi lucra sugli immigrati”.

loading...

Un caos che gli ultimi governi hanno contribuito ad alimentare: “Certo – concede la Ronzulli – l’assenza di un governo in Libia ha fatto precipitare la situazione. Ma prima, attraverso una diplomazia che funzionava, il messaggio era ‘non venite’. Ora, il messaggio che passa è ‘venite che in qualche modo vi prendiamo’. E questi sono i risultati”. In chiusura di mattinata, Giordano ha concesso una anticipazione sulla sua prossima fatica letteraria: si intitolerà “Cialtroni” e riguarderà i colleghi giornalisti. Le polemiche non mancheranno…

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *