Budapest, Vickor Orban non si piega e schiaffeggia la Ue: “La legge anti-Soros non sarà cancellata”

BUDAPEST – Un netto rifiuto: è questo il contenuto della lettera inviata oggi dal governo ungherese alla richiesta della Commissione europea di cambiare la legge che mira a liquidare l’università centro-europea (Ceu), fondata dal miliardario filantropo (Così si chiamano i terroristi finanziari ndr.) americano George Soros a Budapest. “Non vediamo argomenti validi nella richiesta della Commissione”, ha detto il vicepremier Janos Lazar alla stampa, annunciando la posizione ungherese.*

La Commissione aveva avviato una procedura d’infrazione per la legge sull’istruzione, ritenendola causa di una limitazione ingiustificata della libertà dei servizi, una delle libertà fondamentali dell’Ue. Come primo passo, Bruxelles ha chiesto al governo Orban di cambiare la normativa. Secondo i legali del governo, invece, la legge non viola nessuna regola europea, e per questo il governo non intende cambiare nulla. A questo punto, la procedura approderà alla Corte europea, il cui verdetto potrebbe obbligare Budapest a una modifica: ma il processo finirà in tempi lunghi, mentre la Ceu, nei termini della legge in questione, non potrà iniziare un anno accademico nuovo a gennaio. “Un nuovo schiaffo all’Ue”, ha commentato il partito centrista Insieme.

(ANSA)

loading...

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *