La confessione shock di Maddalena, ragazzina sopravvissuta alla Blue Whale: “Ecco perché dissi di sì”

Il gioco della Blue Whale (Balena Azzurra in italiano) è una delle mode di internet più scioccanti tra quelle che si sono affermate negli ultimi anni all’attenzione pubblica. Sebbene non si tratti esattamente di uno dei trend più letali (la sfida a farsi selfie sempre più pericolosi ha provocato molte più vittime ad esempio), indubbiamente è tra i più inquietanti

Questo è dovuto al fatto che non tutti tra coloro che partecipano al gioco finiscono col suicidarsi, anzi non è raro che i ragazzi abbandonino il gioco o che vengano fermati prima che tutto si concluda. Maddalena è una ragazza che ha voluto condividere la propria esperienza in merito su YouTube, generando opinioni molto contrastanti.*
Alcuni infatti le hanno creduto, altri invece hanno insistito nel dire che la giovane non avesse mai partecipato alla Blue Whale, ma avesse fatto quel video solo per ottenere visualizzazioni. Sta di fatto che la ragazza ha spiegato alcune caratteristiche del gioco, come il legame tra il giocatore ed il curatore (colui che inizia il giocatore verso il suo percorso di suicidio).

Maddalena ha affermato di essere stata salvata dai suoi genitori quando questi, al 26° giorno di gioco, hanno trovato nel suo zaino il quaderno dove la giovane segnava le prove alla quale si sottoponeva. Per rispondere alle accuse di impostura infine, la ragazza ha mostrato (al termine del secondo video) i tagli procuratisi durante il periodo di partecipazione alla Blue Whale.
fonte http://news.fidelityhouse.eu

loading...

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *