“Mi concedo in cambio di denaro, che male c’è?” ma la sua particolarità è ben altra

loading...
La storia di questa ragazza è insolita, il suo mestiere è iniziato così: “Sono di una famiglia particolarmente benestante, vivo in un quartiere che non definirei mai popolare. Una famiglia di russi ha affittato l’attico del palazzo in cui vivevo con i miei genitori. Facevo l’ultimo anno di superiori, cercavano una baby sitter per le loro due bambine, mi sono proposta per arrotondare. Dopo qualche mese, il papà di questi due bambini mi regalò uno i-phone per il mio compleanno e la sera stessa mi inviò un messaggio. ‘Ho una proposta da farti’, c’era scritto. Il giorno dopo ci incontrammo e lui mi disse che la proposta era quella di accompagnarlo per un week end a Milano, dormendo con lui ovviamente, in cambio di 5000 euro. Lui era un bell’uomo ci ho pensato un po’ e poi ho accettato. L’idea di guadagnare dei soldi sfruttando la mia sensualità mi eccita. Mi ha presentato ad altri amici, ho un giro di clienti molto selezionato, non vado mai con qualcuno se non c’è un cliente che già conosco in grado di garantire per lui”. Giada seleziona quasi i suoi clienti. *“Non mi definisco escort, però. Io non mi pubblicizzo sui siti come fanno le altre e non vado con tutti. Sono una che semplicemente ammette di essere seduta sulla propria fortuna. Sono giovane, bella, molti uomini perdono la testa per me, io mi concedo in cambio di denaro, non c’è niente di male, tante donne lo fanno ogni sera col proprio marito, nessuno può permettersi di giudicarmi. Magari una sposata con un uomo che ormai non ama più ci fa sesso per farsi lasciare i soldi per comprare una borsa. Io invece prendo 1000 euro l’ora. E il più delle volte mi capitano uomini molto attraenti e non solo benestanti”.
 http://www.direttanews.it/

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *