Maschere Per Il Viso All’aspirina: Ecco 3 Usi Alternativi Del Comune Farmaco

aspirina è un noto farmaco, usato dalla maggior parte delle persone per risolvere piccoli problemi. Ad esempio ha un effetto anti-infiammatorio, aiuta contro varie malattie come quelle cardiache e protegge il nostro cervello.*

Ma sapevate che l’aspirina è anche un potente elemento per il trattamento di problemi estetici? Non ci crederete, ma essa è in grado di eliminare le rughe dalla vostra pelle. Come fare? È molto semplice, basta eseguire una di queste 3 “ricette” di bellezza per fare una maschera per il viso a base di aspirina!

1. Maschera all’aspirina con yogurt e miele

Cosa mi serve?

• 5 aspirine
• 1 cucchiaio di yogurt
• 1/2 cucchiaio di miele

Come preparo la maschera?

Bisogna mescolare l’aspirina in polvere con lo yogurt e il miele, fino a formare una pasta. Per applicare questa maschera, dobbiamo prima mettere un panno con acqua calda sul viso per aprire i pori, dopodiché è necessario applicare la miscela lasciando che agisca per 30 minuti. E, infine, risciacquare con acqua tiepida.

2. Maschera esfoliante

Cosa mi serve?

• 3 aspirine
• 3 cucchiai di acqua calda

Come preparo la maschera?

Bisogna diluire l’aspirina (in compressa) in acqua per formare una pasta, poi basta applicare questa maschera sulla pelle pulita e lasciare agire per 10 minuti. Alla fine sciacquare con un po’ d’acqua ed il gioco è fatto.

loading...

3. Maschera con aspirina e limone per combattere le impurità della pelle

Prima di cimentarvi con questa preparazione tenete presente che si tratta di un metodo più invasivo da non utilizzare se si ha la pelle particolarmente sensibile e comunque non prima dell’esposizione al sole.

Cosa mi serve?

• 3 aspirine
• 3 cucchiai di limone

Come preparo la maschera?

Bisogna diluire l’aspirina nel succo di limone, poi mescolare bene fino a quando non si ottiene una pasta. Poi basta lavare il viso e applicare questa miscela, lasciando agire per 10 minuti. Trascorso il tempo, si può risciacquare et voilà!

 

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *