Africani nelle fontane, ma il Pd multa i consiglieri comunali per un’azione dimostrativa.

I consiglieri comunali della lista civica Noi Milano e della Lega Nord, qualche giorno fa, si sono tuffati nelle acque del porto milanese per dimostrarne la balneabilità.

Questo, però, in quanto infrazione del Codice della navigazione, è costato loro una multa di mille euro a testa.*

Ma Morelli ha mosso la sua protesta, spiegando la sua intenzione di fare ricorso, poichè “è chiaro che questa multa da mille euro rappresenta una ripicca dal punto di vista politico”.

E ha aggiunto: “è giusto che anche i politici paghino le multe come gli altri cittadini, ma questa è una situazione grottesca e rispetto a cui c’è un indirizzo politico”.

Non è mancato l’attacco a Carmela Rozza che, durante il Cleaning Day aveva imbrattato una macchina in sosta:“Io da chi imbratta le auto una multa non me la faccio fare”.

E’ intervenuto anche il vicepresidente del consiglio regionale lombardo Fabrizio Cecchetti:
“Solidarietà ai consiglieri comunali multati per aver fatto un bagno nella Darsena a favore dell’apertura dei Navigli.

loading...

L’assessore Rozza si deve vergognare perché non muove un dito per combattere il degrado nelle periferie, chiudere i centri sociali occupati e sgomberare le migliaia di occupanti abusivi nelle case popolari, ma ha tempo da perdere per dare multe da mille euro ai consiglieri comunali che si sono tuffati in Darsena per un’azione dimostrativa”.

 

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *