Pisa: incubo in spiaggia, bimba punta da una siringa mentre cammina sulla sabbia

Un tranquilla giornata al mare si è trasformata in un attimo in un incubo per un famiglia toscana che era al mare sulle spiagge di Tirrenia, frazione litoranea del comune di Pisa. Una bambina di soli venti mesi infatti è stata punta improvvisamente da una siringa abbandonata sulla sabbia mentre era intenta  giocare con secchiello e paletta sotto lo sguardo vigile dei genitori. L’episodio nel tardo pomeriggio di sabato quando la famiglia era scesa in spiaggia evitando la calura delle ore centrali della giornata. A raccontare al quotidiano Il Tirreno quei drammatici momenti che hanno fatto precipitare nell’incubo la famiglia, è la madre della piccola.*

“Verso le 19 mi trovavo in riva al mare davanti al bagno Rosa a fare il bagno insieme a mia figlia di 20 mesi, al padre della bambina e mio compagno, e mia sorella. Uscendo dall’acqua la bambina ha fatto un metro sulla battigia verso la spiaggia per andare a prendere il secchiello che si trovava proprio davanti a noi ed abbiamo notato che improvvisamente ha tirato su un piedino infastidita ed ha iniziato a scuoterlo” ha ricostruito la donna, aggiungendo: “Aveva attaccato alla pianta del piede sinistro qualcosa, ma non riuscivamo o a capire cosa fosse. Poi abbiamo capito, era uno degli aghi spesso utilizzati per le iniezioni di insulina”

loading...

Una volta capito cosa era accaduto, i genitori di sono precipitati in ospedale con la piccola dove i medici hanno confermato i loro sospetti: si trattava di una siringa da insulina. Ora per sei mesi la bimba dovrà sottoporsi nei prossimi ad una serie di prelievi ematici per controllare il suo stato di salute sperando non accaduto nulla. “Da mamma mi trovo con tutte le certezze crollate in un istante. Dubbi, domande, che attanagliano il cervello e che difficilmente troveranno risposta. Perché una persona dovrebbe farsi un’iniezione di insulina e poi abbandonare l’ago sulla spiaggia dove tutti noi camminiamo a piedi nudi e dove è difficile anche scorgere eventuali pericoli? Avrei preferito beccarlo io quell’ago. Ma il punto è che questo ago non avrebbe dovuto esserci” , ha concluso la donna

 

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *