LIBIA, IL PIANO DEL GOVERNO ITALIANO IN CASO DI ATTACCO: AVIAZIONE PRONTA IN POCHI MINUTI.. SI STA PREPARANDO ALLO SCENARIO PEGGIORE, QUELLO DI UNO SCONTRO BELLICO

Se le milizie libiche dovessero colpire la marina miliare italiana, la nostra aviazione sarebbe in grado di neutralizzarle nel giro di pochi minuti. In altre parole, sebbene ufficialmente governo e Farnesina si dicano tranquilli di fronte alle minacce di Haftar e del vice del premier Al Sarraj, l’Italia si sta preparando allo scenario peggiore, quello di uno scontro bellico in Libia.*

Come riporta Il Messaggero, l’attenzione presso i vertici delle nostre forze armate resta altissima. Negli ultimi giorni la nostra aeronautica ha intensificato il pattugliamento sopra i cieli libici non solo nell’area di Misurata (dove la Missione Ippocrate garantisce la sicurezza all’ospedale da campo gestito dal personale italiano da circa un anno) ma anche nella zona Est del Paese, quello controllato dalle truppe ribelli di Tobruk che fanno capo al generale Haftar.

I velivoli italiani impegnati nella ricognizione sono i Gulfstream IV che partono da Trapani Birgi o da Pratica di Mare: aerei veloci, maneggevoli, di dimensioni ridotte, possono ospitare una decina di passeggeri ma possono essere equipaggiati con attrezzature di monitoraggio. Uno scudo volante che la Farnesina spera di non dover usare.

loading...

 

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *