Sgarbi furioso contro Boldrini: “è pericolosa e andrebbe interdetta perchè..”

Laura Boldrini, in questi ultimi giorni, è stata al centro di aspre polemiche per le sue dichiarazioni circa i simboli del fascismo, che raderebbe molto volentieri al suolo.

Al coro delle critiche che le sono piombate addosso, si è aggiunto Vittorio Sgarbi che, come suo solito, non ha usato mezzi termini per commentare la vicenda.

“Laura Boldrini andrebbe interdetta, essendo pericolosa a sé e alla democrazia”, scrive il critico d’arte a Il Giornale.*

E aggiunge: “Nella vanità di questa donna c’ è un disprezzo così profondo per la cultura e per la civiltàitaliana che ogni spirito libero dovrebbe considerare con preoccupazione”

“Esco da un luogo sacro, voluto dal fascismo nel 1925, e che ha dato anche il nome a una strada: ‘Piazza della Enciclopedia italiana’. Ha una vaga idea la Boldrini di cosa sia l’Enciclopedia italiana? Ne ha una vaga idea di chi l’ abbia fondata?”.

A farlo, fu il filosofo Giovanni Gentile, ministro della pubblica istruzione e senatore. Fu critico sulle leggi razziali “eppure fu assassinato il 15 aprile del 1944 davanti a casa sua, a Firenze, alla Villa di Montalto al Salviatino dal gruppo partigiano fiorentino aderente al Gap, di ispirazione comunista“.

Sgarbi definisce Laura un “presidente per caso e nemica giurata della cultura a somiglianza di Goebbels cui è attribuita la frase: ‘Quando sento la parola cultura, metto mano alla pistola”

loading...

E, per concludere, sottoscrive la frase di Barbara Palombelli sulla questione: “Una democrazia forte non ha paura dei simboli del passato, non cancella o ritocca i monumenti, non si occupa di un signore nostalgico che inneggia a Mussolini“.

Fonte: Libero

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *