Ecco come bastonano gli “immigrati italiani” all’estero. Silvia, 43 anni, prende una lasagna: rovinata / Guarda

Dura la vita per gli italiani scappati all’estero per lavorare. Silvia Mecati, 43 anni da 4 residente a Londra, è stata licenziata in tronco dal proprietario del’Oxford and Cambridge Club, un pub molto ben frequentato dove lavorava da 3 anni. La vicenda, raccontata dal Corriere della Sera, è surreale: Silvia è stata cacciata per aver tentato di portarsi a casa un pezzo di lasagna dopo aver saltato il pranzo. “A pranzo ho preso un pezzo di lasagna ma non ho avuto il tempo di mangiarla quindi l’ho lasciata nel piatto *– spiega lei -. Successivamente l’ho infilata in un contenitore e l’ho messa in frigo, non volevo buttarla. Ma quando ho finito il turno il mio capo mi ha chiesto di controllare la mia borsa. Non era mai successo in tre anni. Io gli ho detto: Ho preso il mio pranzo perché non ho avuto tempo di mangiarlo e lo volevo portare a casa. Lui mi ha domandato se avessi chiesto un permesso scritto o verbale allo chef o al mio capo, e gli ho risposto di no”. Accusata di furto, è stata subito sospesa e le è stato intimato di svuotare l’armadietto. Dopo esserle stata contestata la violazione del contratto, è stata licenziata dopo una riunione disciplinare per “comportamento scorretto”. 

loading...

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *