Kyenge: “L’Italia è un Paese meticcio”. Lo Ius Soli è necessario perchè…

Cecile Kyenge è tornata a parlare dello Ius Soli.

A Padova, in un’iniziativa pubblica dove erano presenti molti studenti, ha rilasciato dichiarazioni sull’immigrazione e la cittadinanza dal notevole impatto.

“L’Italia oggi è un Paese meticcio dove convivono tante culture e tante persone che provengono da tanti paesi. Di qui la necessità di cambiare nel segno dei diritti.”

Questo, dunque, prevede che ci siano delle iniziative da parte delle due Camere che possano rispondere alle esigenze di questo “nuovo Paese”.*

E poi ha aggiunto: “Il ministero lavorerà sulla sensibilizzazione e semplificazione altri aspetti sono a carico del Ministero dell’Interno, della Difesa, degli Esteri e dell’Istruzione con i quali ho il compito di dialogare”.

E ancora: “Contro ogni discriminazione c’è la convenzione di Ginevra che l’Italia ha sottoscritto, e utile per favorire l’integrazione c’è anche la necessità e la mia volontà che la politica usi toni distensivi. La politica deve essere l’esempio e uno stimolo per l’integrazione”.

loading...

Lo Ius Soli è per lei, senz’altro, la soluzione ideale.

Fonte: Il fatto quotidiano

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *