Come Usare il Sale Caldo per Cervicale, Artrosi, Dolori Articolari


Il sale caldo è un rimedio molto antico ma comunque efficace adoperato per contrastare dolori muscolari e infiammazioni. È consigliabile non impiegare il comune sale da cucina, bensì preferire il sale grosso marino integrale o il sale rosa dell’Himalaya, ossia due tipologie ricche di minerali e quindi particolarmente benefiche per la nostra salute. Scopriamo quindi quali possono essere i suoi impieghi. Sale caldo per cervicale La cervicale è un problema che affligge moltissime persone e che può insorgere senza alcuna causa apparente scatenante. Il dolore della cervicale è provocato talvolta dalla tensione e contrazione dei muscoli del collo, a causa di una postura scorretta, delle temperature rigide oppure per processi infiammatori dei tessuti di questa zona. Come porvi rimedio? Possiamo semplicemente preparare degli impacchi di sale caldo per la cervicale, formando dei sacchettini da porre intorno al collo e aspettare che il sale si raffreddi. Sale caldo per sinusite e raffreddore Sembra essere provato l’effetto benefico del sale caldo anche in caso di sinusite e in generale dei tanto odiati “colpi d’aria”. Quando non respiriamo bene a causa della congestione al naso e della presenza di muco, andiamo incontro a forti mal di testa, per non parlare dell’impossibilità di respirare correttamente. Anche in questo caso possiamo riempire un panno di fibre naturali con il sale caldo e lasciarlo sulla fronte e sul naso per agevolare la respirazione e sciogliere il muco presente. Bastano circa 10 minuti con il sale grosso caldo per sentire subito un piacevole sollievo. Sale caldo per bronchite Abbiamo parlato delle vie respiratorie, queste comprendono naturalmente il naso, ma anche polmoni e bronchi. In caso di bronchite, uno dei sintomi caratteristici è sicuramente la tosse grassa. Per sciogliere il muco, renderlo più fluido ed agevolarne l’espulsione, è consigliabile fare un cuscino di sale caldo di grandi dimensioni, in modo da poterlo appoggiare su tutto il petto. Così facendo, il calore si distribuirà uniformemente e penetrerà in maniera dolce. Possiamo applicare il cuscino riempito di sale caldo più volte al giorno, facendo attenzione che non sia bollente e che quindi non scotti. Leggi anche: Come Sciogliere il Catarro: i Migliori Rimedi Naturali Sale caldo per dolori renali Il dolore ai reni è spesso accusato in persone che assumono posizioni scorrette durante la giornata oppure a causa di sforzi particolari, ad esempio dopo essersi piegati per sollevare qualcosa. Naturalmente tali dolori possono anche essere spia di malfunzionamenti o infiammazioni di questi organi. In casi di contratture della muscolatura è bene appoggiare degli impacchi di sale caldo sulla zona e rimanere per quanto possibile a pancia in giù, finché il calore non si esaurisce. Ciò consentirà una rapida ripresa dei movimenti quotidiani.Sale caldo per dolori mestruali Non finisce qui. Il sale caldo è anche un ottimo rimedio per trovare sollievo in caso di dolori mestruali. Sappiamo che i fastidi legati al ciclo sono dovuti alle contrazioni delle pareti uterine. Per rilassare queste ultime possiamo applicare un cuscino di sale caldo sulla zona del bassoventre per una ventina di minuti. Come anche per le altre tipologie di dolori, possiamo ripetere questo “trattamento” più volte al giorno, facendo attenzione che il sale non sia troppo caldo. Leggi anche: 9 Tisane per Dolori Mestruali e Premestruali Sale caldo per artrosi Arriviamo a una delle patologie più frequenti: l’artrosi. L’artrosi è una malattia infiammatoria progressiva che colpisce principalmente alcune zone del corpo: gli arti, la colonna vertebrale e le anche. Ad infiammarsi sono le articolazioni, e il sintomo tipico che insorge prima di tutti è sicuramente il dolore, accompagnato poi dalla difficoltà di compiere movimenti e gesti normali, come prendere qualcosa in mano. Con il sale grosso caldo, inserito all’interno di pezze di stoffa e poi richiuse, dalle dimensioni diverse a seconda delle zone che andiamo a trattare, si riduce lo stato infiammatorio e si agevolano i movimenti di queste stesse aree del corpo. Sale caldo per torcicollo A chi non è mai capitato di alzarsi con un torcicollo invalidante che ci impedisce di girare la testa? Che sia per il freddo, per posizioni scorrette o addirittura per stress, la zona del collo sembra particolarmente sensibile a tutti questi fattori. Il torcicollo provoca dolore, causato a sua volta dall’infiammazione e dalla contrazione dei muscoli della nuca. Proviamo quindi a fare una specie di collarino con del cotone e qualche pugnetto di sale caldo per migliorare i fastidi che avvertiamo. Bastano pochi impacchi al giorno per stare meglio. Sale caldo per sciatalgia Altro tipo di fastidio molto comune è la sciatalgia, ovvero la famosa sciatica. Si tratta di un’infiammazione del nervo sciatico, che colpisce dalla parte inferiore della schiena a tutto l’arto inferiore. Possiamo avvertire dolore, più o meno intenso e più o meno continuo, fitte e intorpidimento delle gambe. In questo caso particolare, è bene procedere prima con degli impacchi freddi e poi, in un secondo momento, passare a quelli caldi, quindi ricorrendo al nostro utilissimo sale caldo. Naturalmente, se il dolore è esteso faremo più impacchi da collocare su aree diverse e più volte al giorno. Sale caldo per il mal di denti Il mal di denti può avere le cause più diverse: infiammazioni, ascessi, contrazioni dei muscoli facciali che si irradiano fino all’orecchio. Per un fastidio continuo e che ci assilla notte e giorno possiamo provare dei semplici impacchi di sale precedentemente riscaldato e adagiare l’impacco sulla guancia in cui avvertiamo il dolore. Il sale è riutilizzabile fino a 3 volte consecutive; superate queste occorre cambiarlo. Applichiamo il sale caldo per almeno una mezz’ora sulla parte dolente e ripetiamo se necessario.* Leggi anche: 14 Rimedi per Mal di Denti e Gengive Infiammate Sale caldo per il mal di schiena Gli impacchi di sale caldo riescono a lenire anche il comune mal di schiena. Il procedimento è sempre lo stesso: riscaldare del sale sul fuoco e, assicurandoci che non sia troppo caldo, riempire con esso un cuscinetto o un panno che andiamo a chiudere, ponendo quest’ultimo sulla schiena. Il calore rilassa le fibre muscolari e con poche applicazioni ritroveremo la nostra agilità, tornando a muoverci normalmente. Sale caldo per tendinite La tendinite colpisce principalmente le aree del corpo vicine alle articolazioni, un esempio classico è il gomito. È bene agire prima che peggiori per non incorrere in fastidi che richiedano un intervento farmacologico. I sintomi tipici sono: dolore, spesso gonfiore e rossore della parte colpita. Il cuscino di sale caldo sembra essere particolarmente efficace in casi di tendinite cronica: prepariamo un cuscino con un paio di manciate di sale che abbiamo precedentemente riscaldato e stendiamo lo stesso sull’area interessata. Attendiamo finché il calore non si esaurisce. Cuscino di Sale Caldo Fai da Te Per preparare un cuscino di sale caldo che sia abbastanza efficace, bisogna rispettare poche regole. Innanzitutto, a seconda del disturbo che vogliamo trattare, riscaldiamo una quantità di sale grosso caldo variabile, da circa 200 gr fino a un chilo. Quando lo riscaldiamo in padella è lo scoppiettio dello stesso che ci avverte che è abbastanza caldo per essere tolto dal fuoco. Assicuriamoci che il sale sia caldo ma non troppo (potremmo ustionarci) e versiamolo in un vecchio cuscino o in un panno di cotone (o comunque di fibra naturale) preferibilmente bianco, in modo che non scolorisca e rilasci sostanze dannose. Chiudiamo quindi il cuscino. Gli impacchi di sale caldo possono essere applicati frequentemente durante il giorno, ma il sale non va riutilizzato più di 3 volte o comunque nel momento in cui assume un colore tendente al marrone. Dopodiché non può essere ovviamente adoperato per la cottura dei cibi.

loading...

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *