“Occhio, se bancomat e carta di credito le inseriscono così nel momento in cui pagate, vi stanno fregando”. C’è la giusta misura, oltre è una truffa.

Signori, dispiace dirlo ma bisogna stare sempre più accorti in questo mondo dove la truffa è dietro l’angolo. E prestare attenzione anche a quei gesti che ci vengono spontanei, senza pensare alle conseguenze che, purtroppo, a volte possono essere pesantissime. Per esempio pagare con bancomat o carta di credito. Dite la verità: quanti di voi, prima, dopo e durante la transazione fanno davvero caso a ogni dettaglio? Pochi, anche perché adesso i truffatori sono così abili da farcela sotto il naso per un soffio. La clonazione delle carte attraverso dispositivi falsi che invece di sottrarci dal conto la somma in questione ma copiano tutti i dati è un problema serio, che riguarda tutto il mondo e che, con l’avanzare della tecnologia, diventa sempre più difficile da smascherare. Modi e tecniche per frodare, d’altronde, sono sempre più numerose e, soprattutto più ‘raffinate’. Difficile accorgersi se si sta soprapensiero, ecco perché è bene tenere a mente certi campanelli d’allarme, certe spie che ci rivelano se il Pos che abbiamo di fronte è davvero affidabile.*

Intanto un dettaglio ‘visivo’ a cui, da oggi, dovete sempre fare caso: in un dispositivo di clonazione la carta entra più del normale. Lo vedete bene dalla prima foto qui sotto. La differenza è lieve, ma sono proprio i particolari che contano in questi casi. Come, ancora, la luce. Si accende quando si passa la carta e se il dispositivo è ‘tarocco’ non si illumina. Un altro campanello d’allarme è dovuto alla velocità della transazione. Se il Pos è molto lento e segnala errori operativi frequenti, allora insospettitevi. Non è normale.

loading...

Altra spia: la firma. Nella stragrande maggioranza dei dispositivi seri, affidabili è possibile tracciare la firma, quindi sono solitamente di una penna. Se quest’ultima non esiste, allora chiedete spiegazioni perché, in effetti, la macchina clonata non lascia abbastanza spazio per firmare. Per non farsi ingannare e mettere al sicuro conto in banca e carte di credito, poi, attenetevi sempre alle regole base. Come, per esempio, usare una carta che contiene solo la quantità di denaro necessaria o limitare il plafond di credito e di ritiro dal conto corrente; attivare gli avvisi di transazione tramite sms o e-mail per proteggere h 24 il proprio tuo conto bancario. Leggere sempre e con attenzione le ricevute delle transazioni e avvertire immediatamente la banca in caso di smarrimento della carta.

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *