Avviso della Polizia: “Se lo trovate vicino alla vostra auto, chiamateci subito. E’ pericoloso! Fate circolare l’avviso, grazie.”

La Polizia sequestra un microchip più piccolo di una monetina, capace di aprire un’autovettura e metterla in moto in barba a ogni antifurto.*

Ecco come si apre un’auto e la si mette in moto senza chiavi. Basta un pezzetto di plastica più piccolo di una moneta di due centesimi, ma se usato correttamente è in grado di consentire l’accensione di qualsiasi automobile nel giro di pochi secondi. Il minuscolo dispositivo elettronico è stato sequestrato ieri sera dagli agenti della squadra di Polizia Giudiziaria della Stradale di Roma che, nel garage di una casa rurale di Palombara Sabina, hanno rinvenuto due auto rubate e denunciato tre romani di 40 anni, per ricettazione. Le autovetture, pronte per il mercato nero dei pezzi di ricambio, sono state ritrovate grazie al sistema di antifurto e sono sequestrate insieme al piccolo congegno elettronico usato per il furto. Le autovetture, pronte per il mercato nero dei pezzi di ricambio, sono state ritrovate grazie al sistema di antifurto e sono sequestrate insieme al piccolo congegno elettronico usato per il furto. Un chip in grado di violare la vulnerabilità di molti sistemi d’allarme.

Come si fa a rubare l’auto col micro dispositivo Rfid
Di cosa si tratti è presto detto: di un chip Rfid che mette in comunicazione la chiave e il telecomando. Dalla chiave parte al telecomando una sequenza crittografata che lo aziona. Basta un dispositivo simile nelle mani giuste e in meno di un’ora di lavoro la vettura è vulnerabile e pronta per essere sottratta al legittimo proprietario, alla faccia di qualsiasi antifurto.

loading...

FATE GIRARE – AVVISATE TUTTI

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *