PiazzaPulita, scontro in diretta tra Rula Jebreal e Nicola Porro

Uno scontro clamoroso, e urlatissimo, a Piazza Pulita di Corrado Formigli, su La7. I protagonisti? Nicola Porro e Rula Jebreal, la quale indossa i panni della peggiore Laura Boldrini e accusa il vicedirettore de Il Giornale di “sessismo” semplicemente perché la ha interrotta.*

Da: ilgiornale.it

Nello studio di Corrado Formigli, oltre alla giornalista, c’è anche Federico Rampini. Si parla di Brexit, gli animi si scaldano. Il conduttore di Matrix – in collegamento – se la prende con i colleghi in studio: “Siete dei fenomeni”, dice, “Ho sentito dire da dei fenomeni che l’Inghilterra ha cambiato posizione economica… Una cosa è il deprezzamento del pound… Per favore, non diciamo stronzate”.

loading...
Interviene la Jebreal: “Nicola, lavori per ilGiornale, ma io non so che giornale leggi…”. I toni si alzano ancora di più. Porro, riferendosi a un commento precedente della giornalista, dice: “Non sono sessista se interrompo un secondo. Ora tu mi stai interrompendo. Cos’è, interrompi perché sei sessista?”. Nel pronunciare queste parole, il conduttore punta il dito contro la telecamera. “Non mettermi il dito in faccia perché questa si chiama violenza”, insorge lei. Porro ribadisce la sua posizione sulla Brexit, la Jebreal replica: “Chiedi i dati della banca mondiale. E poi non devi arrabbiarti, diventare rosso, quando parli di donne e diritti delle donne, e poi sei un uomo bianco che urla adosso a una donna come me”.

“Rula, guarda che se qualcuno non è d’accordo con te, non è sessista”, spiega ancora il giornalista. Lei insorge di nuovo, porta la discussione sullo ius soli e “la battaglia che il tuo giornale ha fatto contro i ragazzi che sono nati qui perché dietro fondamentalmente c’è l’idea di una razza pura di persone che assomigliano a te, che parlano come te, che ascoltano te”. “Sei sessista, non mi fai parlare, sessista”, replica con una risata Porro. Solo l’intervento di Formigli riporta la pace in studio.

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *