Una Dalmata Ha Partorito Il Numero Record Di 18 Cuccioli: Ma L’ultimo è Davvero Speciale

Penserete, come d’altronde il resto del mondo, che il film Disney “La carica dei 101” sia solo finzione: e invece vi raccontiamo questa storia per dimostrarvi che una vicenda così dolce come quella del cartone animato è possibile viverla anche nella vita reale. È capitata alla famiglia Langton-Bunker, appassionata ovviamente di cani Dalmata, che si è vista arrivare a casa il record di 18 cuccioli, partoriti tutta da mamma Miley. Il parto dei dalmata ha richiesto 13 ore di travaglio, ed è un vero record per tutta L’Australia.*

Il fatto divertente è che le ecografie iniziali avevano rivelato la presenza solo di 3 cuccioli! Quelle successive invece ne avevano individuato 16, ma la famiglia non sapeva cosa fare quando neanche dopo il sedicesimo la dalmata Miley accennava a smettere di partorire cuccioli. Quello che era considerato l’ultimo, in realtà precedeva ancora due cuccioli stupendi!

I 18 cuccioli sono tutti in salute e l’allevatrice di Dalmata, Cecilia Langton-Bunker, è ora tutta impegnata ad assistere la sua cagnolina, che ovviamente non riesce a stare dietro all’intera cucciolata. Per Miley era la prima volta e questo è un fatto ancor più eccezionale: di solito le prime cucciolate non sono mai così numerose! Anche Astro, il padre dei cuccioli, ha mostrato un’espressione spaesata alla vista di tutti quegli esserini! Cecilia Langton-Bunker racconta che il cane guardava i padroni e sembrava chiedere, “Hei ma sono tutti miei?”. Miley e i suoi 18 cuccioli sono conosciuti ora in tutta l’Australia. Chissà se i proprietari si ricordano i nomi di ognuno! L’ultimo cucciolo è quello che ha impiegato più tempo a venire al mondo: dopo due ore era ancora nella pancia della madre!

loading...

 

Avevano compreso fin dall’inizio che sarebbe stato senza dubbio il cucciolo più particolare di tutti… E infatti è l’unico ad avere una macchia sul naso che forma un cuoricino!

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *