Dentifricio: cosa significano i quadrati colorati sulle confezioni?

È da ormai molto tempo che sul web circolano informazioni riguardo i famigerati quadrati colorati sui tubetti del dentifricio, ovvero segnali che stanno ad indicare la composizione del contenuto. Tuttavia, non tutto ciò che leggiamo è veritiero, pertanto abbiamo deciso di spiegarvi meglio di che cosa si tratta. Ogni dentifricio presenta quadrati o rettangoli dalle colorazioni diverse, tonalità che si modificano a seconda della marca. Vediamo insieme a che cosa corrispondono:

Quadrato verde: solo ingredienti naturali;
Quadrato blu: ingredienti naturali e medicinali;
Quadrato rosso: ingredienti naturali e componenti chimici
Quadrato nero: solo componenti chimici
Tali affermazioni sono completamente false, poiché si tratterebbe di una leggenda metropolitana a cui molte persone prestano attenzione. Il nostro intento è quello di fornirvi le giuste informazioni a riguardo, in modo da evitare il panico garantendo la corretta divulgazione di tali concetti. I colori che troviamo sui tubetti dei nostri dentifrici vengono utilizzati anche per altri prodotti, come i biscotti, i tetra brik del latte o le scatole di cereali. Si tratta di particolari simboli obbligatori durante il processo di fabbricazione di ogni confezione, conosciuti come guida alla registrazione. In questo modo, i macchinari possono capire dove tagliare, piegare o pressare.*

loading...

La domanda sorge spontanea: se questo fosse il reale obiettivo dei quadratini colorati, perché le tonalità cambiano? La risposta è molto semplice: ogni nuance cambia a seconda del fabbricante o del prodotto che il marchio decide di presentare al pubblico, pertanto non bisogna considerarli. Ogni prodotto presenta un colore ben definito, che possa così essere punto di riferimento nel caso in cui sia necessario tracciare un contenitore difettoso. Non c’è quindi nulla di cui preoccuparsi e possiamo, senza ombra di dubbio, smentire quando affermato e sostenuto dalla rete.

fonte:cibo.info

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *