Ebreo e piddino dà una lezione alla sinistra sul fascismo e la nuova legge: è sbagliato!

La legge Fiano sull’apologia del fascismo ha spaccato in due il Paese. I social, ormai lo specchio della società, mostrano proprio le diverse posizioni degli utenti del web a riguardo.

Ad esprimersi, questa volta, è Daniele Nahum, ex vicepresidente della Comunità ebraica di Milano e dirigente del Pd, dove fu responsabile della cultura.

Infatti, afferma: “Lele Fiano è mosso da opinioni nobili e io capisco il punto di vista suo e di chi è favorevole alla legge, davvero. Ma devo dire che io reputo controproducente una legge del genere.*

Lo penso anche del reato di negazionismo: hanno un effetto opposto, possono far scaturire un meccanismo negativo. 

La sua idea è che, così facendo, “si rischi di renderla appetibile e rischi di produrre una cultura del sospetto.

È chiaro che quelle idee sono sbagliate ma per me, che vengo da una scuola pannelliana-radicale, la cultura liberaldemocratica deve avere la forza di batterle dibattendole, non vietandole.

Abbiamo tutti gli strumenti per farlo, parliamone”.

loading...

Fonte: Libero

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *