Ci mancava solo Rosy Bindi “Con lo Ius soli gli immigrati…” Ordine al governo (fermatela)

“Auspico vivamente che il governo, come d’altra parte il presidente del Consiglio ha più volte ripetuto, abbia su questo punto un atteggiamento deciso, forte, perché il Parlamento approvi questa legge quanto prima”. Sponsorizza caldamente lo ius soli il presidente della commissione parlamentare antimafia, Rosy Bindi. A margine di un convegno all’università Statale di Milano, ha invitato la politica a impegnarsi perché la riforma della cittadinanza italiana diventi legge entro la fine della legislatura.*

Se ne frega delle polemiche. Per la Bindi lo ius soli è “una legge di civiltà” che “garantisce e assicura l’integrazione”. La considera pure “uno strumento di sicurezza” per tutti gli italiani. Peccato che nemmeno all’interno del Partito democratico sono più convinti di questa tesi idilliaca smentita dai fatti. “Sarebbe una smentita troppo forte di uno dei punti programmatici delpartito – ha, comunque, chiosato lei – se la legge non giungesse a compimento”.

loading...

Lo ius soli, in effetti, non solo era stato “presentato” durante la campagna elettorale per le passate politiche, ma è stato anche”un impegno rinnovato durante tutta questa legislatura”. “Quindi, è assolutamente indispensabile che questo provvedimento veda la luce”, ha rimarcato la Bindi sostenendo che “tutte le forze di maggioranza che sostengono questo governo debbano essere coerenti perché non si sta in una maggioranza à là carte ma condividendo un programma di governo e non è un mistero per nessuno che questo è un programma di governo”.

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *