Invece di prendere le pillole, bevi acqua e limone se hai uno di questi 11 Problemi

Depura dalle tossine, aiuta a mantenere il peso forma, favorisce la digestione e molto di più. Parliamo del limone che spremuto al mattino, a digiuno, in una dose di ¼ o ½ al giorno, diluito e bevuto rigorosamente in acqua tiepida o semi-calda, può essere un toccasana per l’organismo.

Potrebbe fare inorridire il pensiero di alzarsi dal letto al mattino e bere una cosa acida, qual è è il succo di limone. Invece, per quanto possa sembrare strano, una volta ingerito il limone agisce in maniera opposta. Svolge cioè una azione alcalinizzante, ovvero gli acidi generano una reazione basica: durante la metabolizzazione, l’acido citrico si ossida e i sali che ne derivano danno origine a carbonati e bicarbonati di calcio e potassio che contribuiscono all’alcalinità del sangue. Quest’azione è così importante perché il buon funzionamento dell’organismo si basa proprio sul rapporto acido/basico. Se questo equilibrio si altera, ne patirà soprattutto il pH del nucleo che acquisirà una probabilità maggiore di andare incontro a quelle malattie che hanno come concausa anche la degenerazione cellulare. Ma perché fa così bene?

Rafforza il sistema immunitario.

Aspetto questo che non fa mai male, perché contribuisce a difendere l’organismo dalla malattia in ogni stagione, ma tanto più utile in autunno e inverno quando si avvicina lo spettro dell’influenza. Il merito immunitario del limone sta nel ricco contenuto di vitamina C e potassio, che stimola anche le funzioni cerebrali e nervose, mentre un particolare controllo sulla pressione arteriosa è svolto dal potassio.

Mantiene in equilibrio il PH dell’organismo.

L’assunzione costante di acqua e limone, ovvero con una bevuta mattutina giornaliera, favorisce la riduzione dell’acidità dell’organismo. Sebbene il limone contenga acido citrico, durante il processo digestivo subisce una strana trasformazione, diventando alcalino, con azioni benefiche e positive per la salute.
È una bevanda slim.

Contribuisce cioè al buon mantenimento del peso.

Questo perché i limoni sono ricchi di fibre di pectina, una sorta di scaccia-fame. Studi scientifici hanno infatti dimostrato che seguire una dieta più ricca di cibi alcalini favorirebbe la perdita di peso, anche in tempi più rapidi.

Fa digerire meglio. Il limone favorisce un miglior funzionamento del fegato, che sarebbe indotto a produrre più bile, un acido necessario nel processo digestivo. In buona sostanza, la digestione sarebbe alleggerita soprattutto dal rischio di bruciori o costipazioni, tipici, ad esempio, di chi ha mangiato troppo o pesante.

Fa fare ‘plin plin’. È un diuretico naturale. Fare più pipì durante il giorno significa anche purificare l’organismo dalle tossine che vengono espulse in maniera più rapida e frequente, a favore della salute del tratto urinario.

loading...

Mantiene bella la pelle.

Farà piacere soprattutto alle signore sapere che la vitamina C è una sorta di lifting che aiuta a diminuire le rughe e le imperfezioni cutanee. Si va ad esempio da un contributo nel mantenimento della pelle chiara, favorita anche dall’eliminazione delle tossine dal sangue, sino alla correzione dell’aspetto delle cicatrici, se il limone, anziché bevuto, viene applicato direttamente sul brutto inestetismo.

Aiuta la respirazione. Bevuto diluito in acqua calda, il limone contribuisce ad alleviare i sintomi delle affezioni respiratorie. Poi agisce anche contro le infezioni polmonari e favorisce il controllo di accessi di tosse, specie quando è molto fastidiosa.
Profuma l’alito. Ad una azione rinfrescante si aggiunge anche la potenzialità di ridurre stati dolorosi e gengiviti.

Combatte la disidratazione.

Specie se bevutI al mattino, acqua e limone prevengono la disidratazione o la fatica surrenale. Due condizioni che potrebbero allentare o ostacolare il buon funzionamento dell’organismo, con il conseguente accumulo di tossine, stress, costipazione o altri spiacevoli disturbi.

(Apparentemente) controlla il consumo di caffè. C’è chi riferisce che, dopo aver bevuto un bicchiere di acqua calda e limone, di riuscire a resistere alla tentazione del caffè mattutino. Non sarebbe poi male…

Il difetto del limone.

Intutto questo bel panorama di proprietà, l’acido citrico ha però una imperfezione. Se bevuto in quantità eccessive o in modo scorretto, potrebbe arrivare a danneggiare lo smalto dei denti, ammorbidendone la superficie. Questo accade molto più spesso se il limone viene consumato diluito in acqua calda, che potenzia il ph acido del succo compreso tra 2 e 3. Dunque, come eludere questo danno? Semplicemente bevendo acqua e limone dalla cannuccia, e non direttamente dal bicchiere, facendo così in modo che l’acido non tocchi e non abbia presa sui denti. O, in alternativa, è possibile berlo anche tutto d’un fiato. A voi la scelta.

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *