Ladri ROM si introducono in casa, sbranati dai Pitbull

È incredibile la storia che ci arriva direttamente dalla provincia di Como. La scorsa notte 3 malviventi, tutti e tre di origine ROM, si sono introdotti nella villa dell’imprenditore lombardo E. B., poco dopo la mezzanotte, mentre il facoltoso imprenditore e sua moglie si trovavano in camera da letto al piano di sopra.

Con grande maestria i tre ladri si sono riusciti ad introdurre in casa, aggirando il sistema di sicurezza, ed aprendo la porta con un chiave bulgara. Subito hanno iniziato a frugare in casa, in cerca di preziosi, e sicuramente stavano per salire sopra a farsi dare il resto dei soldi direttamente dai proprietari, indifesi e inermi, e che quindi sarebbero stati presi alla sprovvista. È tristemente noto quanto spesso questi malviventi maltrattino i proprietari di casa, anche solo per il gusto di malmenarli. E spesso ci vanno di mezzo anche gli anziani.*I ladri non avevano però fatto i conti con i cani che abitavano in casa. l’imprenditore, infatti, conoscendo bene i rischi aveva comprato questi due bellissimi pitbul, uno di 2, e uno di 4 anni, che ricompensavano l’affetto del padrone facendo la guardia alla casa.

loading...

La scena deve essere stata drammatica. I due cani infatti hanno preso alle spalle i ladri e si sono subito avventati su di loro. I ladri, presi anch’essi alla sprovvista non hanno potuto che difendersi, ma niente hanno potuto calci e pugni. Uno dei ladri è riuscito a scappare, anche se si pensa sia ferito alla gamba, viste le tracce di sangue. Gli altri due invece sono stati arrestati, anche se hanno riportato lesioni gravissime, e ferite profondissime da morso. Grazie al pronto intervento dei cani quella che poteva essere una tragedia, di è concluso con un lieto fine!

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo o lascia un commento sotto, e facci sapere cosa ne pensi!
Continuate a navigare nel sito, attraverso le varie categorie o gli articoli correlati!
Buona Visione! Grazie a tutti voi lettori e fateci sapere cosa ne pensate!

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *