Latte in polvere, il KILLER silenzioso e FATALE: un ex dipendete svela tutto ciò che ci nascondono

Cecilia Gallia intervista la persona che ha ispirato il film diretto dal premio Oscar Danis Tanovic: ”Tiger”.

Aamir Raza, ex dipendente licenziatosi dalla Nestlè, racconta alle telecamere cosa lo ha spinto a denunciare la famosa casa di produzione e quali sono state le conseguenze nella vita sua e della sua famiglia.

Da anni le organizzazioni internazionali come Save the Children ed international baby food action network denunciano le ripetute violazioni al Codice internazionale sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno da parte di multinazionali come la Nestlé.

A testimonianza di ciò c’è anche un ex dipendente dell’azienda che, dopo anni di lavoro, ha deciso di andarsene perché stufo di quello che accadeva nell’azienda!*

Ci prendono in giro e fanno finta di sottostare a dei principi i quali vengono facilmente messi da parte per ascoltare le richieste di potenti!

Un latte materno artificiale che è degno di denuncia…

Tutt’ altro che salutare!

Intanto lo spacciano come alternativa valida alla crescita di tuo figlio… Ma se sapessi quello che ci mettono e come lo fanno, forse non lo daresti neppure ad un animale!

Ovviamente alla Nestlè, o a chi come loro, fa comodo mettere a tacere tutto, perché la gente non deve sapere e le mamme devono continuare ad acquistare latte come se nulla fosse!

Per di più ci si mettono le pubblicità in tv le quali propinano i prodotti “sintetici” come se fosse la manna dal cielo, più efficaci e nutriente di qualsiasi altro alimento naturale… Bé si loro sanno vendere bene, sanno comunicare con il mercato odierno e purtroppo sempre più persone ci cascano inconsapevolmente!

loading...

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *