Vietato far parlare CasaPound e Fascisti in TV! Ecco le minacce pesanti dei Comunisti a Mentana & Co.

Si dà diritto di parola a CasaPound in Tv.
E i compagni comunisti non ci stanno e così attaccano i giornalisti rei di aver permesso di parlare al leader di CasaPound, Simone Di Stefano.

Così sono apparsi striscioni nei quali si prendono di mira proprio questi giornalisti rei di aver permesso a i “fascisti” di andare in TV a difendersi.

Questo il post che questo gruppo ha scritto su Facebook rivendicando lo striscione e dedicandolo a “Enrico Mentana, Corrado Formigli, David Parenzo e tutti i giornalisti che hanno creato il “caso” Casapound.”*
Ecco il post dalla loro pagina Facebook:

loading...

Su Libero a tal proposito leggiamo che:

Il gesto è apparso su una foto pubblicata dalla pagina Facebook Achtung Banditen con dedica ai due, Mentana compreso: “Gli adesivi di Anna Frank, il tentato omicidio di un migrante, l’aggressione fasciomafiosa a un giornalista. Te lo avevo detto, coglione, il fascismo non è un’opinione.”

Per i kompagni, tutti sinceri democratici, parlare con chi non la pensa come loro è un delitto vergognoso, magari preferivano menare Di Stefano anziché sentirlo parlare, stile Roberto Spada.

Fonte e Foto Credit: Libero Quotidiano

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *