Allarme peste nera in Madagascar: epidemia fuori controllo, ‘nessuno è al sicuro’

Nessuno è al sicuro. L’allarme arriva dai funzionari della Sanità del Madagascar, in seguito alla terribile epidemia di peste nera polmonare che ha colpito il paese e che negli ultimi giorni si sta intensificando, con un numero crescente di contagiati e di vittime.I morti sono infatti almeno 100stando all’ultimo bilancio ed i governi stanno allertando i turisti che si trovano sull’isola in vacanza poichè rimangano lontani dalle zone a rischio. Una malattia associata dall’immaginario collettivo al medioevo e alle epidemie che colpirono l’Europa in passato ma che è in realtà ancora presente nel mondo, anche nella sua forma più grave e mortale, tanto che anche l‘Organizzazione Mondiale della Sanità si è attivata per un attento monitoraggio della situazione in Madagascar, dove i funzionari della salute ritengono che sia estremamente contagiosa poichè trasmessa da persona a persona più o meno come un raffreddore o un’influenza, a differenza della peste bubbonica che si trasmette dal passaggio di pulci o pidocchi dai topi all’uomo.*

 

Inoltre la peste nera si è diffusa dalle zone rurali, annche in aree urbane solitamente non colpite: nel Paese i casi di peste bubbonica si verificano quasii ogni anno ma l’attuale epidemia di peste nera è considerata molto più pericolosa, come sottolineato da Elhadj As Sy, segretario generale della Federation of Red Cross and Red Crescent Societies del Madagascar. E’ arrivata prima del previsto e la diffusione dell’infezione è stata particolarmente rapida, con centinaia di persone infettate e decine di morti: le autorità sanitarie confermano che da inizio ottobre ad oggi, la quantità di nuovi casi è in rapido aumento, e che le complicazioni sono piuttosto serie anche per chi sopravvive.

loading...

 

L’isola al largo della costa sud orientale dell’Africa conta oltre 25 milioni di abitanti ed una ricca comunità britannica ed americana di espatriati oltre ad essere una popolare destinazione turistica; ma annualmente si contano tra 300 e 600 casi di peste bubbonica, pari all’80% dei casi registrati su scala mondiale.

Daniele Orlandi

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *