Lo impose la Boldrini nel 2014,ma da Gennaio 2018 tornerà tutto come prima!

 

 

 

Vi siete mai chiesti quanto ci costano i dipendenti di Camera e Senato? Sono sempre stati resi noti gli stipendi dei parlamentari, ma quelli dei dipendenti ? Quando gli sono stati tagliati gli stipendi, poverini, hanno fatto ricorso ( in mille,quasi tutti ).*

Vediamo a quanto ammontano i loro stipendi e relativi tagli: un consigliere da 350 mila euro annui a 240 mila; uno stenografo da 256 mila euro annui a 172 mila; un segretario da 156 mila euro annui a 113 mila; un commesso o un barbiere da 136 mila euro annui a 99 mila . E pensare che poverini,possono accedere ,insieme ai parlamentari e ai senatori al circolo Montecitorio con i suoi sette campi da tennis,piscina ,palestra ed altro.

 

Per fortuna loro, ma purtroppo per i cittadini comuni, a Dicembre scade la “stretta triennale” e pare non ci sia nessuna proroga in vista. Quindi il centralinista, l’usciere, il barbiere, ecc torneranno a prendere 136 mila euro l’ anno anzichè 99 mila, l’ informatico 152 mila euro l’ anno anzichè 106 mila e così via.

A decretare la fine di questa austerità è stato il PD, che li impose nel 2014. Quindi da Gennaio 2018 si torna agli stipendi d’ oro ( come se con i tagli non lo fossero ). Alcuni stipendi sono più alti addirittura di Sergio Mattarella e della Merkel.

loading...

Fanno le leggi e poi trovano comunque il modo di uscirne fuori, questi politici non andranno mai contro i propri interessi. Bisogna cambiare gente al governo, c’è bisogno di gente nuova che pensi prima di tutto ai cittadini. C’è bisogno di Movimento, soltanto allora possiamo credere nel cambiamento !

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *