Vale 6.000 € e ce ne sono 7.000 pezzi in tutta Italia. Controllate nelle tasche…

La moneta in questione è riconoscibile perché sul retro ha la Mole Antonelliana di Torino. Informate la gente, fate girare questa splendida notizia.

La foto del centesimo in basso↓↓↓

Potrebbe valere sino a 6000 euro la  moneta da un centesimo di euro, che presenta un errore di conio, ammesso dalla Zecca di Stato: la moneta infatti presenta diametro e immagine dal dritto di quella da 2 centesimi, ovvero con la Mole antonellina di Torino raffigurata al posto di Castel del Monte in Puglia, che dovrebbe invece campeggiare sulla moneta da un centesimo. In giro dovrebbero esserci un centinaio di pezzi, nonostante ne sia stato ordinato ormai sin dal 2002 il ritiro. I collezionisti sono pronti a comprarle: guardiamole con più simpatia, quando si perdono.  La moneta in questione è riconoscibile perché sul retro ha la Mole Antonelliana di Torino anziché Castel del Monte, edificio del XIII secolo fatto costruire dall’imperatore Federico II in Puglia. La Mole Antonelliana di Torino si trova correttamente stampata sulle monete di due centesimi. Un errore “di stampa” insomma fatto dai tecnici della Zecca.*

In giro, nonostante siano state messe fuori produzione, ci sono più di 7mila esemplari della monetina in questione, e sono tantissimi quelli che – ignari del suo valore – l’avranno già scambiata perdendo, di fatto, una fortuna. Non sarebbe male scoprire, infatti, di aver da qualche parte un centesimo “antonelliano” ultimamente battuto all’asta “Bolaffi” per la somma di 6.600 euro (diritti inclusi) a un collezionista da un prezzo di partenza appunto di 2.500 euro.

loading...

Informate la gente, fate girare…

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *